Zanon: «La sconfitta di domenica scorsa brucia: adesso bisogna restare calmi e reagire» - S.S.D. Virtus Romano 1983
909
post-template-default,single,single-post,postid-909,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-16.6,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.1,vc_responsive
 

Zanon: «La sconfitta di domenica scorsa brucia: adesso bisogna restare calmi e reagire»

Zanon: «La sconfitta di domenica scorsa brucia: adesso bisogna restare calmi e reagire»

A pochi giorni dalla sfida con il Team Cà Bà Marchesane, abbiamo fatto il punto della situazione con il mister PAOLO ZANON.

Mister, cosa non è andato per il verso giusto domenica? È una sconfitta che nasce da che cosa?
Dalle disattenzioni, assolutamente. Anche questa domenica siamo riusciti a fornire una buona prestazione solo per 45 minuti, quindi questa poca continuità ci sta un po’ limitando in quello che può essere il percorso a livello di risultati. La sconfitta di domenica è sicuramente pesante ed è nata, ripeto, dalle disattenzioni, che domenica dopo domenica continuiamo a ripetere.

Quanto pesano questi punti persi?
Non tanto oggettivamente, però è una sconfitta che brucia, perché è la seconda di fila in casa che si perde e con una squadra ampiamente alla nostra portata. Ripeto, brucia, ma il peso è relativo: secondo me, abbiamo una posizione di classifica che ci può far stare tranquilli. Detto questo, ci sono stati diversi campanelli d’allarme che hanno suonato in queste ultime partite e non siamo riusciti a sistemarli, questa è la cosa grave. Se riusciremo a mettere a posto queste cose faremo un salto di qualità, altrimenti resteremo sul nostro trend attuale.

In cosa sintetizzi le difficoltà della prossima partita?
Sto ancora pensando alla partita di domenica scorsa, non riesco a farti il quadro della difficoltà della prossima. L’importante è che non abbassiamo la guardia e che stiamo tranquilli, questa è la priorità. Non servono eccessi di nervosismo. 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.