Sfida d'alta quota: parla mister Paolo Zanon - S.S.D. Virtus Romano 1983
656
post-template-default,single,single-post,postid-656,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-16.6,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.1,vc_responsive
 

Sfida d’alta quota: parla mister Paolo Zanon

Sfida d’alta quota: parla mister Paolo Zanon

A poche ore dalla sfida con il San Pietro Rosà, abbiamo fatto una chiacchierata con mister PAOLO ZANON.

Mister, un commento sulla partita di domenica scorsa: in cosa avete brillato e in cosa invece si poteva fare di più?
La partita è andata bene, nel senso che l’obiettivo principale, quello di portare a casa questi 3 punti indispensabili al momento, è stato raggiunto. Non siamo partiti benissimo, siamo partiti un po’ contratti, poi siamo riusciti con il passare dei minuti a prendere sempre più confidenza con il campo, fino a trovare il vantaggio. Chiudere il primo tempo in vantaggio è stata una cosa sicuramente positiva. Nel secondo tempo per una ventina di minuti siamo stati completamente padroni del campo, una cosa che, se devo essere sincero, non avevo mai visto quest’anno, quindi è un aspetto molto positivo. Poi con i soliti cali di tensione abbiamo preso gol e abbiamo sofferto gli ultimi 10 minuti. Loro hanno anche avuto l’occasione di pareggiare la partita e portarsi sul 2 a 2. Fortunatamente hanno sbagliato, altrimenti sarebbe stata davvero una gran beffa, perché i nostri ragazzi hanno fatto una buona partita, l’hanno interpretata bene. Abbiamo sbagliato 4/5 gol, quindi senza dubbio dobbiamo migliorare davanti, perché se si sfruttassero anche solo la metà delle occasioni che si creano le partite si chiuderebbero molto più velocemente. Nel complesso la prestazione è stata assolutamente positiva, ma dobbiamo migliorare, dobbiamo essere più cinici e non ripetere certi errori. Questo ci farà andare avanti.

Ci sono 7 squadre in 8 punti: cosa farà la differenza secondo te nel rush finale?
Sicuramente la condizione fisica sarà determinante. Le motivazioni, poi, sono l’elemento che dà grandissima spinta, quindi bisogna vedere anche a livello mentale come si è presi. La classifica è tanto corta, quindi le vittorie danno senza dubbio un’iniezione di fiducia notevole ed anche questo vuol dire tanto. Sarà combattuto fino alla fine, di questo sono sicuro. Poi anche un pizzico di fortuna, se arriva, non guasta.

Quali sono le difficoltà della prossima partita?
Andiamo sul campo della seconda in classifica, già questo dice tutto. Andiamo ad affrontare una squadra quadrata, che ha fatto un ottimo girone di andata. Sicuramente non sarà facile, mi sembra siano anche uno dei migliori attacchi del girone. Ho visto comunque che qualche gol lo prendono, quindi è una partita che dobbiamo giocarci al massimo. Non sarà facile, ma non partiamo perdenti: ogni partita è una battaglia. Cercheremo di sfruttare al massimo le loro lacune e di stare concentrati 90 minuti per sfruttare ogni minimo errore. Vogliamo giocarcela al 100%. In questo periodo dell’anno le partite non sono facili, ma bisogna andare lì fiduciosi.

No Comments

Post A Comment