Parla il "Pres Gilberto Dissegna": «Grazie Presidente Ruzza, che vinca la vita!» - S.S.D. Virtus Romano 1983
953
post-template-default,single,single-post,postid-953,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-16.6,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.1,vc_responsive
 

Parla il “Pres Gilberto Dissegna”: «Grazie Presidente Ruzza, che vinca la vita!»

Parla il “Pres Gilberto Dissegna”: «Grazie Presidente Ruzza, che vinca la vita!»

«Abbiamo accolto con grande piacere le parole spese dal Presidente Bepi Ruzza a difesa e supporto delle società dilettantistiche come la nostra. 

In un momento così difficile, non possiamo che dimostrare anche noi il pieno supporto alle Istituzioni ed alla Federazione, consapevoli che faranno di tutto per garantire il rispetto della regolarità sportiva di una stagione funestata da una pandemia che sta mietendo vittime e sofferenza in tutto il Paese. 

Ma prima ancora dello sport, va difesa la salute di tutti gli sportivi, delle loro famiglie e di chiunque altro… perchè il calcio è un gioco, ma con la vita delle persone non si può giocare!

La società SSD Virtus Romano si unisce al dolore ed alla sofferenza di coloro che hanno affrontato e stanno affrontando l’emergenza coronavirus. È una partita difficile, ma DOBBIAMO VINCERLA INSIEME!

Citando quello che ha scritto il Presidente Ruzza: “Siamo italiani: nell’emergenza sappiamo tirar fuori il meglio di noi”. TIRIAMO FUORI IL MEGLIO DI NOI STESSI E CHE VINCA LA VITA, CHE VINCA LO SPORT!».

Presidente SSD Virtus Romano Gilberto Dissegna

LA LETTERA DEL PRESIDENTE LND VENETO Bepi Ruzza:

Carissime e carissimi

Chi mi conosce sa che sono restio ad apparire inutilmente, ma in questo particolare e drammatico momento ritengo doveroso porre alcune riflessioni ed esprimerVi tutta la mia vicinanza unitamente a quella del Consiglio Direttivo, del Coordinatore del Settore Giovanile e Scolastico e dei dipendenti.

Non entro nel merito dei provvedimenti che sono stati messi in atto, a mio modo di vedere, più che condivisibili.

Desidero invece rimanere nel nostro ambito per assicurarVi che il nostro pensiero è rivolto alla tutela della salute degli atleti, tecnici, dirigenti, direttori di gara e di conseguenza dei loro famigliari.

Solo quando la situazione sanitaria nazionale lo permetterà e quando vi saranno le condizioni per riprendere l’attività, si potrà pensare a come intervenire.

Il C.R.Veneto si adopererà in ogni modo per individuare soluzioni ponderate allo scopo di garantire ogni titolo sportivo. Con la stessa attenzione che ha dimostrato sospendendo per prima l’attività, la LND è al fianco delle nostre società e saprà tutelarne i diritti, consapevole del danno anche economico che stanno subendo.

Da parte mia posso solamente aggiungere che il C.R.Veneto è orgoglioso delle sue società, del loro grande senso di responsabilità e della solidarietà che, anche in questo difficile frangente, tante di loro stanno dimostrando nei confronti dei più deboli e di chi sta affrontando, in ogni modo, questa pandemia.

Nessuna sorpresa del resto, siamo italiani: nell’emergenza sappiamo tirar fuori il meglio di noi.

Dunque coraggio, TUTTI INSIEME, ce la faremo

Il Presidente
Bepi Ruzza

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.