Il ds Zen: «Sono deluso dai risultati ma possiamo risollevarci» - S.S.D. Virtus Romano 1983
646
post-template-default,single,single-post,postid-646,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-16.6,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.1,vc_responsive
 

Il ds Zen: «Sono deluso dai risultati ma possiamo risollevarci»

Il ds Zen: «Sono deluso dai risultati ma possiamo risollevarci»

Alla vigilia del match contro la Juventina Laghi, abbiamo fatto il punto sul campionato della Virtus Romano insieme al nostro ds Onorio Zen.

Per quanta riguarda il mercato di dicembre, come si è mossa la Virtus Romano?
Siamo rimasti gli stessi. È rientrato Andolfatto, il ragazzo che avevamo dato in prestito al Valbrenta. Sfortunatamente deve ancora recuperare da un problema fisico, ma lo stiamo curando, sperando che possa tornare a giocare il prossimo mese.

Come valuti il percorso fatto finora?
Onestamente non in maniera positiva. Bisogna essere sinceri, questo non è il risultato che ci aspettavamo. Eravamo partiti con un certo tipo di ambizioni: di certo non quella di vincere il campionato, ma di restare sempre all’interno della zona playoff. Attualmente siamo fuori ed onestamente, con gli sforzi fatti quest’anno, con i ragazzi fatti arrivare, si pensava sicuramente di essere più competitivi. Non sta andando come ci eravamo prefissati.

Parlando del campionato in generale: ti aspettavi un Eurocalcio così dominante ed un campionato già chiuso a gennaio?
No di certo. Credevo che le 4/5 squadre favorite, noi compresi, si sarebbero giocate il titolo. In realtà l’Eurocalcio sta facendo un campionato eccellente, con 11 vittorie di fila, meglio della Juve in serie A. È una squadra quadrata, con un ottimo allenatore e di conseguenza i risultati ci sono. Poi quando c’è l’entusiasmo tutto gira e tutto si incastra perfettamente. Pensavamo di poter lottare e di stare in posizioni molto più alte. Vedere un Eurocalcio così distante fa un po’ male.

Un tuo parere personale sulle squadre di questo campionato: chi ti ha sorpreso?
Beh, la sorpresa più grande è stata la mia squadra, in negativo purtroppo. Chiaramente la colpa è anche mia, in qualità di direttore sportivo, perchè ho sicuramente sbagliato qualcosa. Bisogna essere onesti: io, come direttore sportivo, ho probabilmente sbagliato qualche valutazione. Si pensava fossimo una squadra più quadrata, abbiamo sì la seconda miglior difesa del campionato, ma peggio di noi in attacco c’è solo un’altra squadra. Escluso l’Eurocalcio, non ho visto squadre che mi hanno impressionato. Possiamo e dobbiamo crescere tutti insieme. 

No Comments

Post A Comment